Skip to content
Showing you results for "Terracina, LT"

Best things to do in Terracina

Discover the city through the eyes of locals. Find the best things to do, places to eat, and get priceless advice from the people who live here.

Park
“a suggestive place and a drammatic view on the pontinian islands un posto suggestivo ed una vista stupenda sull'arcipelago pontino”
37 locals recommend
Café
$
“Terracina Center with shops, bars, wine bar and lounge, pubs and restaurants, patisserie, theaters, port and music events during summer”
7 locals recommend
Establishment
“Superb and typical hot pastry called Bombe. They are served until very late at night for a very peaceful sleep or a sweet awakening. Delicious stuffed with nutella, crema or pistacchio.”
6 locals recommend
Church
“La cattedrale venne edificata tra V e VI secolo utilizzando ciò che restava di un antico tempio romano a cinque navate del foro cittadino; venne dedicata a san Cesareo diacono, martire a Terracina nel II secolo.[2] L'edificio subì diversi interventi e restauri, tra cui quello dell'XI secolo (con la consacrazione al patrono della città san Cesareo del 1074), quello del XIII secolo e soprattutto il restauro settecentesco, che ridusse la chiesa da cinque a tre navate con la costruzione di cappelle laterali e la copertura a botte del soffitto al posto delle capriate romaniche. Notizie contenute nel Liber Pontificalis riferiscono di una donazione effettuata da papa Leone IV (847-855), probabilmente riferibile alla consacrazione della chiesa. All'inizio dell'XI secolo papa Alessandro II (1061-1073) concesse la diocesi di Terracina con tutte le sue pertinenze all'abate di Montecassino Desiderio (1058-1086), che ne conservò la cattedra fino alla sua elezione a papa nel 1086 con il nome di Vittore III (1086-1087). Alla sua morte, proprio nella cattedrale di San Cesareo si celebrò il conclave del 1088 che elesse papa Urbano II al soglio pontificio (1088-1099). La cattedrale fu ricostruita e dedicata dal vescovo Ambrogio il 24 novembre del 1074 e completata tra il XII e il XIII secolo.[3] I restauri eseguiti nel 1926, promossi da Pietro Fedele, ministro dell'Educazione Nazionale, interessarono prevalentemente l'esterno della cattedrale: la demolizione delle volte e pilastri del pronao, oltre a quella della fatiscente loggia delle benedizioni, con l'intento di riportare la facciata al suo aspetto medioevale. A seguito del rinvenimento di ulteriori parti murarie dell'antico tempio romano durante i lavori del dopoguerra, iniziarono negli anni Cinquanta e Sessanta indagini sulle murature più antiche dell'edificio, tese ad approfondire la storia e le problematiche del monumento.”
3 locals recommend
Bakery
$
“By breakfast croissants to warm up bombs late at night, this is the place where you spend the most gluttonous of the day between sweet and savoury delicacies prepared by hand in the family workshop”
8 locals recommend
Lodging
“Great food and service. Amazing location right by the beach. The owner is very friendly. Family operated. ”
7 locals recommend
Establishment
“Historical and archeological site, cathedral, museum, bar lounge, restaurants, shops ”
4 locals recommend
Hospital
“important tourist resort with sandy beaches, shops and many restaurants and bars”
32 locals recommend
Route
“Another important square rich of Restaurants a lot of place like bars for teenagers.”
5 locals recommend
Route
1 local recommends
Point of Interest
“situato a circa 10 km , dispone di spiaggia, ristorante , bar e discoteca (aperto solo durante periodo estivo)”
4 locals recommend
Museum
“In the museum are exposed all the pieces of art (statues, columns, mosaics etc.) as well as various work tools that trace back to the Ceasar Era.”
2 locals recommend
Grocery or Supermarket
Clothing Store
“Benvenuti al Supermercato Primavera! Tante offerte tutti i giorni su Alimentari, Detersivi, Casalinghi.”
2 locals recommend